top of page

Gennaio - la forza di volontà

Gennaio è il terzo mese d'inverno e che ci crediate o no, ma arrivando a febbraio sentiremo una vera svolta nell'energia che ci circonda. In qualche modo sento che quest'anno la primavera arriverà presto. Fino ad allora, l'energia di gennaio procede da quella di dicembre e ci incoraggia a riposare, soprattutto ora dopo un'intensa stagione festiva. A gennaio abbiamo ancora quel periodo basso in cui non succede molto in Natura, quindi seguilo e riposati e ricarica le batterie (ovvero l'energia dei Reni). Nella tradizione celtica la luna piena di gennaio è chiamata "Resta a Casa Luna". Quindi, non esageriamo con il lavoro o i viaggi, ma piuttosto riposiamo, dormiamo e prendiamoci cura di noi stessi.


Il riposo non è inteso come sedersi su un divano, ma piuttosto compiere determinate azioni affinché il corpo, la mente e lo spirito abbiano un momento di riposo. Quindi, una passeggiata o una corsa, un fine settimana sugli sci o una giornata alle terme o una passeggiata al mare, mentre a casa: fai un bagno, un riposino pomeridiano o fai meditazione (clicca qui https://it.dorotao.com/clinic-contact per registrarsi alla meditazione online settimanale con DoroTao). Gennaio continua ad essere un mese di azione intrecciata con l'inazione, su cui tornerò tra un attimo.


Come ho accennato nel mio aggiornamento sull'energia dell'anno scorso (https://www.dorotao.com/post/the-hird-month-of-winter-rebirth), dicembre è il mese più buio dell'anno. Gennaio, invece, è il mese più freddo dell'anno. Quindi, dobbiamo continuare a stare al caldo. Un corpo freddo è un terreno fertile per virus e catarro. Quindi, continua a cucinare zuppe calde e stufati e cuocere al forno o friggere i cibi. Usa zenzero, cannella, chiodi di garofano, pepe di cayenna, pepe nero, aglio, cipolle e tè nero, tra gli altri. Anche l'esercizio fisico e il movimento regolari manterranno attiva la circolazione del corpo e quindi lo riscalderanno.


Questo mi porta a sottolineare che l'energia invernale riguarda il bilanciamento degli estremi, di cui ho parlato nel mio post di dicembre 2021: https://it.dorotao.com/post/il-secondo-mese-d-inverno-gestire-gli-estremi. L'inverno è associato all'elemento Acqua, che è un elemento molto versatile e può trasformarsi da una forma solida di ghiaccio in un vapore gassoso in pochi minuti, passando attraverso uno stato liquido nel frattempo. Questa adattabilità è proprio la qualità che dobbiamo coltivare in inverno. L'acqua si adatta secondo una legge fisica terrestre. Noi umani, sebbene fatti per il 60% da acqua, abbiamo coscienza e libero arbitrio per decidere quando adattarci e quando essere costanti, immutati.


L'effetto risultante è che quando noi stessi non siamo in equilibrio, potremmo fare le scelte "sbagliate" per noi stessi, il che significa che potrebbero causarci malattie. Se veniamo influenzati troppo facilmente dalle circostanze esterne, possiamo deviare dalle nostre sane risoluzioni o azioni. D'altra parte, possiamo diventare così fissi su molte questioni e per un lungo periodo di tempo da diventare calcificati, immobili e quindi fragili. Bilanciare l'energia dell'Acqua non è tanto trovare una via di mezzo (come sarebbe per gli altri Elementi) quanto essere in grado di essere fluidi e cambiare da un estremo all'altro secondo necessità.


Riguarda anche uno stato d'animo, ovvero le convinzioni che nutriamo sulla nostra forza di volontà personale. Nella nostra cultura moderna, una continua forza di volontà è premiata e considerata una virtù. La maggior parte di noi crede che una forza di volontà forte e costante sia una cosa positiva, giusto? In realtà quello che ho scoperto è che le persone sempre attive fino al punto di essere sempre tesi, anche quelle che apparentemente sono sempre positive e in movimento, consumano costantemente la loro forza di volontà (energia renale) per mantenere tale stato. Poiché siamo nati per sperimentare tutti i tipi di sentimenti, alti e bassi, attivi e passivi, positivi e negativi, usare la nostra forza di volontà per allontanare costantemente sentimenti spiacevoli può sprecare la nostra energia, energia legata all'elemento Acqua e quindi ai nostri Reni. Ho avuto verifiche cliniche di questo.


Non è per dire che non dovremmo sforzarsi per la positività, ma quando si presentano situazioni difficili o meno piacevoli, accettare quei momenti per quello che sono. Usa la forza di volontà per attraversarli come un lombrico che deve mangiare e digerire la terra per arare e andare avanti. Alla fine del processo ne uscirai più forte e più saggio. In effetti, alla fine del tunnel del lombrico ne uscirai con una nuova identità. E la capacità acquisita di superare o aggirare senza problemi ciò che la vita ti offre sarà ciò che renderà la tua forza di volontà ancora più forte.


Puoi anche pensare a gocce d'acqua. L'acqua si accumula prima finchè raggiunge la dimensione sufficiente per poi cadere. C'è prima un momento di pausa, di accumulazione e poi l'azione.


Questo è ciò che sento vi aiuterà a superare gennaio e il periodo che arriva alla fine dell'inverno. Controlla la tua forza di volontà: sii il miglior giudice di te stesso e osserva dove la usi troppo, dove ti spingi senza sosta. Lì devi fermarti a riflettere. D'altra parte: dove non la usi abbastanza? Ci sono cose sospese che aspettano di essere completate o progetti che desideri realizzare che hanno bisogno della tua forza di volontà per portarli avanti?


Se hai bisogno di aiuto per valutare la tua forza di volontà, e quindi il tuo elemento Acqua e l'energia del Rene, prenotati per una consulenza e un appuntamento al DoroTao. Fai clic di seguito per i dettagli di contatto.



 




Comments


bottom of page